POR FESR VENETO 2014-2020 AZIONE 3.3.4 SUB C – DGR 990/2018

Azione 3.3.4 Sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni turistiche attraverso interventi di qualificazione dell’offerta e innovazione di prodotto/servizio strategica ed organizzativa.
Sub-Azione C) “Investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico”.

RELAZIONE FINALITA’ E RISULTATI

L’intervento di ristrutturazione ed innovazione dell’Hotel Venezia, è stato attuato affrontando un progetto complessivo atto a riposizionare la struttura nel contesto dell’offerta turistico ricettiva della zona ed allo stesso tempo incrementare il flusso turistico con lo scopo principale dell’innovazione finalizzata al potenziamento e l’integrazione dei vari segmenti della ricettività turistica, migliorando il livello di servizi al cliente oltre all’efficienza della struttura ricettiva in termini di comfort, risparmio energetico e soddisfazione dello stesso.
Nel contempo, incrementare il livello di classificazione rispetto a quanto posseduto, finalizzato all’estensione del periodo di apertura, creando un interesse maggiore nella clientela integrando il pacchetto vacanza con una serie di “apporti esterni” in collaborazione con altri soggetti che garantiranno un “pacchetto vacanza” all’insegna della diversificazione dell’offerta, cercando di intercettare nuove tipologie e nuovi flussi di clientela che, contemplano anche “le famiglie”, offrendo oltre all’ospitalità anche la conoscenza del territorio, la possibilità di fruire anche di guide esperte per una semplice passeggiata tra i boschi, con l’approfondimento o la conoscenza della flora, della fauna selvatica e le peculiarità delle produzioni locali.
Pertanto, nella ricerca del sistema creato dall’insieme di beni e servizi che, compongono un miglioramento dell’offerta a pagamento in grado di rispondere alle esigenze del turista ed in particolare a specifici segmenti della domanda. Alla luce di quanto sopra esposto, la priorità è stata quella di garantire al turista uno standard qualitativo maggiore, pertanto tutti i lavori attuati sono stati necessari per ridare una nuova “impronta” e riqualificare la struttura in essere, con il preciso intento di iniziare questo processo di rigenerazione e costantemente nel corso del tempo continuare il percorso intrapreso per migliorare e incrementare l’attività economica.
Lo scopo principale dell’investimento di rinnovamento della struttura, è stato progettato dall’Arch. Andrea Zuglian di Feltre (BL) iscritto all’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Belluno con n. 195 Sez. A/a che, ha coordinato un gruppo di imprese le quali si sono prodigate per attivate per rinnovare parte delle camere, dei bagni, dei disimpegni e dell’intero piano sottotetto per portare la struttura ad avere n. 12 nuove camere con spazi e finiture di pregio, comprendente anche l’impiantistica con introduzione della domotica, oltre all’integrale rifacimento degli arredi della cucina, con una duplice valenza, infatti da un lato quello del risparmio energetico, i quanto i nuovi arredi andranno a ridurre drasticamente i consumi di energia e dall’altro con la qualificazione del prodotto ristorazione, infatti l’inserimento delle nuove strutture della cucina, si sarà in grado di
soddisfare tutta una serie di requisiti fondamentali riguardanti la produzione di pietanze sempre più raffinate e ricercate legata anche alla ricerca della qualità del prodotto, dell’utilizzo di alimenti provenienti da piccole realtà del territorio, con particolare attenzione a quelle persone che soffrono di intolleranze alimentari.
Quanto attuato è coerente ed in linea con quanto descritto nel Destination Management Plan (DMP), ossia nelle linee condivise tra gli attori del territorio, identificando obbiettivi, azioni e priorità nell’ottica di implementare il processo di innovazione dell’impresa, codificandola attraverso tre fattori fondamentali autenticità – offrire al turista esperienze vere e genuine; senso – per cui far vivere la destinazione attraverso i 5 sensi; immersione – nel luogo e nella cultura per cui far crescere il desiderio di fondersi con essa.
L’innovazione introdotta in cucina potrà garantire alla struttura una fetta di turismo completamente diversa la quale arriverà nell’albergo non tanto per l’offerta turistica legata allo sport o per stare all’aria aperta, ma curiosa di assaggiare le innovazioni introdotte a livello culinario, assicurando all’intera struttura un sistema capace di far da volano anche nei periodi di bassa stagione e fungendo da spunto per far conoscere a questo tipo di turisti non solo una nuova esperienza culinaria, ma anche dandogli la possibilità di vivere la montagna in modo diverso. Quindi, non solo come luogo da visitare ed ammirare, ma anche da assaporare, infatti si andrà ad amplificare al massimo lo sviluppo delle attività collaterali al pacchetto vacanza ed inoltre sarà sviluppato il concetto del “food” utilizzando i prodotti del territorio, veicolando il turista anche con il gusto e le sensazioni che il cibo può regalare, nel contempo facendo squadra con i produttori locali e non.
Il risultato di migliorare l’offerta turistica, con il chiaro intento di dare al cliente ciò che si aspetta in una struttura ricettiva al passo con i tempi e pronta a rinnovare la sua proposta ricettiva, ha portato a un insieme sistematico di operazioni, iniziando dal restyling della maggior parte dei bagni (alcune adattate appositamente ai portatori di handicap), passando per l’introduzione della domotica nella gestione dell’hotel, inserendo sia servizi diretti al cliente con l’apertura elettrica delle porte d’accesso, il relè per le attivazioni delle luci e le prese di corrente delle camere, oltre alla possibilità di regolare autonomamente le temperature, sia al gestore, che in remoto potrà verificare lo stato delle camere.
Oltre alla creazione di nuovi servizi al turista, intesi sia in termini di fruibilità degli spazi, dell’offerta di ulteriori prodotti con l’apporto in collaborazione dei soggetti esterni già identificati che, garantiranno un “pacchetto vacanza” all’insegna della diversificazione dell’offerta, ci sarà anche la messa a disposizione gratuita delle e-bike per la mobilità alternativa.
Non da ultimo la presenza della zona wellness, importante valvola di sfogo per le persone che necessitano anche solo di un weekend all’insegna del relax, potendo contare sulla presenza di camere ampie e confortevoli, una buona cucina e genuina, oltre alla professionalità di chi li accoglie, il tutto a poche ore di distanza dalla zone di residenza, infatti è nostra intenzione creare dei pacchetti ad hoc per attirare questo tipo di clientela, specialmente nel periodo di mezzo tra le ferie invernali ed estive, individuabile proprio nel periodo d’estensione dell’apertura.

Aiuto concesso pari a euro 189.225,60

EnglishGermanItalian